Per le Giornate Europee del Patrimonio si va al museo di sera a solo 1 euro

Il 23 e 24 settembre porte aperte alla cultura in tutta Italia fino a sera tardi a solo 1 euro

giornate europeePromosse fin dal 1995 dal Ministero per i Beni e le attività culturali, anche quest’anno le Giornate europee del Patrimonio propongono migliaia di eventi nel segno dell’arte e della cultura. Il 23 e 24 settembre, le porte dei musei si apriranno a manifestazioni culturali attorno al tema della cultura declinata secondo le influenze della natura andando alla ricerca di quelle sollecitazioni culturali che richiamano il senso di appartenenza a una comunità di prospettive.

Gli eventi abbracciano le più svariate manifestazioni artistiche e culturali: letture in pubblico, concerti, eventi, proiezioni di film, esibizioni teatrali, un ampio ventaglio di proposte incorniciate in alcuni dei più suggestivi templi della cultura italiana, come musei, biblioteche, sedi comunali ed archivi.

L’ampia scelta si sposa con prezzi dei biglietti d’ingresso decisamente popolari, una possibilità studiata appositamente per aprire a tutta la cittadinanza la possibilità di fruire di interessanti iniziative. Basterà pagare soltanto 1 euro per visitare alcuni dei luoghi più belli legati alla cultura italiana, anche nelle ore più tarde della sera. Un weekend davvero speciale che lascerà aperti i portoni della cultura fino a tarda notte.

Le giornate Europee del Patrimonio sono una manifestazione nata nel 1991 in sinergia con il Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea per potenziare e favorire il dialogo tra le varie nazioni europee. Un vero e proprio racconto corale che ricorda la ricchezza del patrimonio culturale nazionale. 

Tra gli eventi vale la pena non lasciarsi sfuggire i pomeriggi jazz presso la casa museo Boschi Di Stefano di Milano dove flauto, violino e violoncello dei musicisti russi Rustem e Smagulov allieteranno l’uditorioSempre a Milano vale la pena visitare la Pinacoteca di Brera dove la mostra “Flower Power” su piante e altri gioielli della flora è perfettamente in linea con il tema generale della manifestazione.

In Campania le possibilità sono ampie: si possono ammirare le mongolfiere disegnare panorami inediti sul cielo della Reggia di Caserta, immergersi nella struggente bellezza della Piscina Mirabilis o farsi rapire dalle antiche incisioni di Pomepi ed Ercolano conservate presso il Museo Archeologico di Napoli, anche a sera tarda.

A Bologna sarà possibile ammirare i manoscritti medievali e ultimi gioielli dell’editoria grazie alla mostra “Lo sguardo del potere” presso l’Archivio di Stato.

Ampia e variegata l’offerta nella capitale dove, tra i tanti eventi in programma, presso il Museo Nazionale Romano delle Terme di Diocleziano sarà possibile immergersi nella vita quotidiana e nelle abitudini culinarie degli antichi abitanti di Roma.

Serata a tema astronomico invece ad Andria dove presso Castel del Monte, edificio caro a Federico II, sarà preparata una serata a guardare le stelle.

Questi sono solo alcuni dei numerosi eventi organizzati per le serate del 23 e 24 settembre, un weekend nel segno dell’arte e della cultura da non lasciarsi sfuggire.

Sono centinaia gli appuntamenti e abbracciano tutte le 20 regioni d’Italia. Per conoscere le proposte più interessanti e vicine a casa propria è necessario collegarsi sul sito del Mibact e consultare il lungo elenco di eventi che caratterizzerà una due giorni colma di raffinate proposte.