Olimpiadi di matematica, la squadra femminile italiana è medaglia di bronzo

Durante la settima edizione del European Girls' Mathematical Olympiad tenutasi a Firenze, la squadra femminile italiana conquista il podio

A Firenze si sono giocate le olimpiadi di Matematica e l'Italia ha trionfato 1

L’Italia conquista la medaglia di bronzo alle Olimpiadi femminili di Matematica. Dopo avvincenti “battaglie” a colpi di teoremi ed equazioni la selezione femminile tricolore è riuscita a salire sul podio e conquistare una meritatissima medaglia di bronzo risolvendo una miriade di problemi utilizzando non solo le proprie profonde conoscenze delle discipline matematiche, ma facendosi aiutare anche da un tocco di creatività che ha impressionato la giuria, portando anche a una preziosa menzione d’onore.

La settima edizione dell’European Girls Mathematical Olymipad è stata disputata per la prima volta in Italia, a Firenze, e le padrone di casa non hanno sfigurato dinnanzi a una rappresentanza di “atlete delle sinapsi” provenienti da tutto il mondo, non solo dall’Europa, ma anche da Canada, Australia, Mongolia e Perù. Erano 51 le nazionalità rappresentate.

In cima ai gradini più alti del podio si sono piazzate Russia e Stati Uniti, due colossi che puntano da decenni sulle eccellenze intellettive del proprio paese.

Menzione d’onore per Sabrina Botticchio. Ha ottenuto il punteggio massimo in uno dei sei problemi che hanno impegnato sinapsi e ragionamenti delle 6 atlete italiane. Per Maria Chiara Ricciuti, che già partecipò all’edizione dell’anno scorso, un bronzo che si riconferma. Altra menzione d’onore anche per Linda Friso. Mentre per le new entry Giorgia Benassi, originaria della toscana e Maria Bevilacqua di Avellino si tratta della prima medaglia della propria carriera agonistica.

Quattro ore e mezza per risolvere tre problemi nel primo giorno di competizione. Lo stesso il giorno dopo, per un totale di sei problemi matematici di estrema difficoltà, che hanno richiesto l’utilizzo di logica, intelligenza e una dose non indifferente di elasticità mentale.

Le Olimpiadi della matematica femminili sono state organizzate per la prima volta nel 2012 a Cambridge. All’epoca si iscrissero 70 concorrenti provenienti da 12 nazioni. Nacque dall’idea di creare un evento che non stimolasse tanto la competizione, quanto l’interesse per le materie scientifiche, un’iniziativa che mirava soprattutto a suscitare un rinnovato interesse per le materie matematiche, da più di uno studente viste come un ostico scoglio quasi impossibile da superare. L’approccio agonistico, invece, migliora la vicinanza per la materia e diminuisce il gap, sostengono i professori che seguono gli atleti di matematica impegnati nelle olimpiadi.

Pubblica un commento