Questo sito contribuisce all’audience di

Virgilio InItalia

Musk e Zuckerberg lotteranno al Colosseo? La nota del governo

Circola voce che il Ministero avesse messo a disposizione il Colosseo per uno scontro tra Elon Musk e Mark Zuckerberg, ma ora arriva la smentita

Elon Musk e Mark Zuckerberg, una lotta senza esclusione di colpi: la sfida nata sui social sta per diventare realtà, e presto i due colossi della tecnologia si incontreranno sul ring per quello che viene già descritto come un combattimento titanico, forse il più importante dell’era moderna. E quale location migliore se non il Colosseo, che di combattimenti ne ha visti davvero tantissimi? È questa la notizia che ha iniziato a circolare nelle scorse ore, e che ha lasciato tutti di stucco. Pare addirittura che l’invito a svolgere qui lo scontro sia arrivato nientemeno che dal Ministero della Cultura. A stretto giro è tuttavia giunta la smentita ufficiale. Facciamo chiarezza sulla curiosa vicenda.

Lo scontro tra Elon Musk e Mark Zuckerberg

Partiamo dall’inizio: qualche tempo fa, Elon Musk ha sfidato via social il suo “rivale” Mark Zuckerberg ad un combattimento che, almeno in origine, avrebbe dovuto svolgersi presso il Las Vegas Octagon. Lo scontro, che tutti raccontano come un’impresa epica, attirerà sicuramente migliaia di curiosi ed è per questo necessario trovare la location adatta ad un evento del genere. Mentre i due sfidanti continuano ad allenarsi duramente, in attesa dell’incontro storico che avverrà sul ring, nelle ultime ore hanno iniziato a circolare delle voci alquanto bizzarre.

Il Colosseo: la proposta del Ministero

Il sito americano TMZ ha infatti annunciato che lo scontro potrebbe tenersi al Colosseo: fonti anonime avrebbero rivelato al magazine che l’invito sarebbe giunto direttamente da Gennaro Sangiuliano, Ministro della Cultura italiano. Sarebbe senza alcun dubbio un evento di portata storica, considerando che l’anfiteatro romano – una delle sette meraviglie del mondo, nonché tra i monumenti più importanti di tutti i tempi – non ospita combattimenti da secoli. A dir la verità, anche qualsiasi altro tipo di manifestazione è severamente disciplinato al suo interno.

Basti pensare che l’ultimo evento che ha accolto è stato il concerto di beneficenza di Paul McCartney, risalente al 2003: in quell’occasione, solo 400 fortunati hanno potuto assistere allo spettacolo tra le imponenti mura del Colosseo – pagando, tra l’altro, ben 1.500 dollari a testa. Ora questo monumento storico, una delle più preziose testimonianze della grandiosità dell’impero romano, si sta davvero preparando ad accogliere la sfida del secolo, quella tra Elon Musk e Mark Zuckerberg? Un indizio arriva proprio dai profili social dell’imprenditore e “papà” di Tesla, che su Twitter ha scritto: “Ci sono possibilità che il combattimento si faccia al Colosseo”.

La smentita ufficiale

Il tweet di Elon Musk ha scaldato gli animi sul web e acceso le speranze di tantissimi fan italiani che vorrebbero davvero assistere a questo scontro fenomenale. E a gettare benzina sul fuoco è la stampa estera, che ha ripreso la notizia facendola diventare ancora più virale. Tuttavia, pare proprio non ci sia nulla di vero. Il quotidiano online Open ha contattato l’ufficio stampa del Ministero della Cultura per avere chiarimenti, ed è da qui che arriva la smentita. Il capo ufficio stampa Andrea Petrella ha infatti spiegato che non c’è stata alcuna proposta da parte del Governo affinché il combattimento si svolga al Colosseo.