Migliori città per vivere: Italia lontana dalla top 10. La classifica

Pubblicata la classifica Cities of Choice sulle migliori città per vivere: svettano Londra e New York, tra le italiane solo Roma ben lontana dalla top 10

Negli ultimi quindici anni è diventato piuttosto comune stilare delle classifiche che ordinano le più grandi città del mondo, più raramente anche i piccoli centri urbani, sulla base di particolari metri di misura.

Ecco quindi che ogni anno si trovano pubblicate la classifica delle città più sicure, quella delle città più vivibili, quella delle città più “felici”, e così via.

La classifica “Cities of Choice”, condotta dal Boston Consulting Group e dal BCG Henderson Institute, intende fornire dei dati che siano il più comprensivi ed universali possibili, “per rendere la classifica un reale strumento per l’amministrazione delle città”.

Cities of Choice: consiglieresti la tua città?

Pubblicata con una lunga nota metodologica a supporto, la classifica mondiale stilata dagli analisti di BCG si pone come un esplicito tentativo di “creare uno strumento di misurazione universale per le città”.

Molte città infatti tengono traccia del loro posizionamento nelle diverse e varie classifiche che affollano la stampa internazionale: alcune riescono ad usare i ranking come strumento di marketing territoriale, mentre in altre si studiano abitualmente degli obiettivi a medio termine strettamente connessi con questa o quell’altra classifica.

Si tratta quindi di uno strumento potenzialmente molto utile, che deve tener conto del più alto numero di variabili possibili, compreso quel “benessere” inserito nelle categorie fondamentali della qualità della vita dal premio Nobel Joseph Stiglitz nel 2009.

La classifica Cities of Choice si basa sul concetto di “patrocinio”: le città migliori, in questa classifica, sono quelle i cui abitanti consiglierebbero di vivere.

L’indagine che ha originato la classifica è basata sulle risposte dei cittadini a domande come “Consiglieresti ad un amico di trasferirsi nella tua città per vivere e lavorare?” e “Credi che la città prospererà nel prossimo futuro?”.

Le migliori città per vivere: il caso di Roma

In capo alla lunga classifica delle migliori città per vivere stilata da BCG svettano Londra e New York, seguite dalle scandinave Helsinki e Copenhagen, Abu Dhabi, Madrid e Pechino.

Si tratta del risultato del giudizio dato alle città dagli stessi residenti sulla base di criteri come la disponibilità di un’edilizia residenziale di qualità ed il livello di sicurezza e fiducia nelle istituzioni.

Le città vengono valutate su diversi fronti: qualità della vita, opportunità economiche, capitale sociale, interazione con l’autorità e capacità di cambiamento.

Si trovano quindi città che occupano i primi posti nella classifica generale ma che presentano un basso livello di “advocacy” per quanto riguarda aspetti specifici: è il caso di Pechino, settima nella classifica generale ma con un ranking piuttosto basso per quanto riguarda il rapporto con l’autorità.

Al contrario Roma, che occupa soltanto il 32esimo posto, spicca in materia di “capitale sociale”, ovvero per il grado di identificazione dei cittadini con la storia e la cultura della città e per la percezione di relazioni sociali significative e positive in uno scenario di sicurezza e fiducia nelle istituzioni e nella città.

In termini di capitale sociale Roma supera Helskinki e Copenhagen, ma anche Vienna, all’ottava posizione della classifica, Singapore, 11esima, e San Francisco, 13esima nel ranking generale.

D’altro canto, i cittadini romani manifestano ben poca fiducia in termini di opportunità economiche: punteggi più bassi di quelli di Roma si trovano solo scorrendo di molto in classifica, nei pressi di città come Buenos Aires, 40esima, e San Paolo, 43esima.

Le grandi città europee che guidano la classifica, d’altro canto, mostrano una capacità di cambiamento molto minore rispetto a quella percepita dai romani, ma anche dai cittadini statunitensi, indiani e cinesi.

La classifica: Londra e New York in testa

  • 1 Londra, UK
  • 2 New York, USA
  • 3 Helsinki, Finlandia
  • 4 Copenhagen, Danimarca
  • 5 Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti
  • 6 Madrid, Spagna
  • 7 Pechino, Cina (parimerito)
  • 8 Vienna, Austria (parimerito)
  • 9 Zurigo, Svizzera
  • 10 Sydney, Australia
  • 32 Roma, Italia