Legambiente porta i sentieri più belli d'Italia su Google Maps

Grazie a Legambiente è possibile fare un tour virtuale tra i sentieri di trekking più belli d'Italia, dalla Costiera Amalfitana alle Terre Mutate

Legambiente porta i sentieri più belli d'Italia su Google Maps

Gli italiani stanno riscoprendo il trekking in questa estate 2020, complice anche l’obbligo di rispettare il distanziamento sociale a causa dell’emergenza Coronavirus. Proprio per offrire agli appassionati di questa attività nuovi percorsi da poter visitare a piedi e visualizzare “virtualmente” navigando su Google Maps, Legambiente ha mappato alcuni tra gli itinerari più belli d’Italia, nell’ambito del progetto VolontariXNatura.

Dopo l’esperienza dello scorso anno, con la mappatura del Cammino di San Benedetto e Valle dell’Aniene, delle Cinque Terre, dell’isola di Pantelleria, dell’Isola d’Elba e dell’ArcheoGRAB a Roma, sono 21 i nuovi sentieri mappati dai volontari di Legambiente, per un totale di circa 220 Km.

I volontari hanno percorso i vari sentieri con il Trekker di Street View, cioè uno speciale zaino tech dotato di 15 fotocamere che consentono la navigazione a 360° dei siti catturati. Grazie alle immagini raccolte e visibili dal 4 luglio, digitando su Google Maps gli itinerari mappati dall’associazione ambientalista, è possibile visualizzare i vari percorsi, valutandone anche le condizioni e le difficoltà in previsione di una successiva visita “in carne e ossa”.

Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente, ha dichiarato: “Dopo l’esperienza di successo dello scorso anno, abbiamo deciso di ripetere questa iniziativa e di mappare nuovi sentieri, scegliendo il Cammino delle Terre Mutate e la Costiera Amalfitana. Le immagini saranno utilissime per sensibilizzare e diffondere la cultura del camminare nel Belpaese, facendo conoscere parchi e aree protette che custodiscono natura, biodiversità, cultura e tradizione della Penisola e promuovendo forme di ecoturismo che abbiano ricadute positive sul piano ambientale, economico e sociale di cui abbiamo fortemente bisogno”.

Il Cammino delle Terre Mutate

Il Cammino delle Terre Mutate è un cammino di solidarietà che si snoda per 250 chilometri lungo la dorsale appenninica da Fabriano a L’Aquila, attraversando il territorio delle quattro regioni del Centro Italia colpite dal sisma del 2016: Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo. Nel percorso sono presenti anche due parchi nazionali: Monte Sibillini e Gran Sasso e Monti della Laga.

Gli 8 itinerari del Cammino delle Terre Mutate mappati da Legambiente:

  • Castelluccio di Norcia-Arquata del Tronto
  • Arquata del Tronto-Accumoli
  • Accumoli-Amatrice
  • Campotosto-Amatrice
  • Mascioni-Collebrincioni
  • Campotosto-Mascioni
  • Collebrincioni-L’Aquila
  • Norcia-Castelluccio di Norcia

La Costiera Amalfitana

La Costiera Amalfitana, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, è uno dei luoghi turistici più famosi e visitati d’Italia. I Monti Lattari costituiscono la catena montuosa della “Divina Costiera”. La rete sentieristica è lunga circa 530 chilometri.

I 13 itinerari della Costiera Amalfitana mappati da Legambiente:

  • Sentiero dei Limoni
  • Sentiero degli Dei
  • Praiano-Colle La Serra
  • Sentiero alto di Valle delle Ferriere (e Riserva Naturale)
  • Sentiero di Cospita
  • Sentiero basso di Valle delle Ferriere
  • Colle Sant’Angelo-Pian del Pero/Variante Monte Molare
  • Baia di Ieranto
  • Punta Campanella
  • Punta D’Aglio-Pontone
  • Agavi in Fiore
  • Orrido di Pino
  • Torre dello Ziro.