Università, le lauree da scegliere per trovare lavoro in Italia

Quali corsi di studio scegliere all'università per trovare lavoro in Italia: la classifica delle lauree con il tasso di occupazione più alto

La scelta del corso di laurea da intraprendere all’università è un passo decisivo nella vita di uno studente. Un elemento che può ricoprire un ruolo fondamentale nella decisione è la probabilità di trovare lavoro una volta terminata la propria carriera universitaria.

I dati Istat confermano che laurearsi per accedere al mondo del lavoro è una scelta conveniente: chi prosegue gli studi dopo aver conseguito il diploma alle scuole superiori, infatti, trova più facilmente lavoro e guadagna di più rispetto ai diplomati. Repubblica ha pubblicato un report che analizza la situazione delle università in Italia nel 2021 sui dati raccolti da Almalaurea in base alle indagini sulla condizione di occupazione dei laureati.

Università: la classifica delle lauree per trovare lavoro in Italia

In cima alla classifica dei gruppi didattici con il tasso di occupazione più alto ci sono quelli relativi alle nuove tecnologie, alla comunicazione e agli studi economici. Gli stessi indirizzi offrono anche i salari netti più alti per i laureati.

Le lauree con il tasso occupazionale più alto sono quelle del gruppo didattico Informatica e Tecnologie ICT che arrivano al 97,2% secondo i dati forniti da Almalaurea che in precedenza aveva pubblicato anche la classifica delle lauree che fanno guadagnare di più in Italia.

In seconda posizione, con il 96,4% di probabilità di trovare lavoro ci sono le lauree in Ingegneria Industriale e dell’informazione. Il settore Economico occupa la terza posizione della classifica con un tasso di occupazione pari al 91,8%. Fuori dal podio le lauree in Architettura e Ingegneria Civile: il tasso di occupazione rilevato è del 91,6%.

In classifica, nell’ordine, seguono i settori Medico-Sanitario, Scientifico, Agrario-Forestale e veterinario, Politico Sociale e comunicazione, Psicologico, Scienze motorie e sportive, Linguistico, Educazione e Formazione, Giuridico e Letterario Umanistico. A chiudere la graduatoria c’è il settore Arte e Design con un tasso di occupazione del 76,6%.

Lauree: la percentuale di occupazione per gruppo didattico

  • #1 Informatica e tecnologie ICT: tasso occupazione 97,2%
  • #2 Ingegneria Industriale e dell’informazione: tasso occupazione 96,4%
  • #3 Economico: tasso occupazione 91,8%
  • #4 Architettura e Ingegneria Civile: tasso occupazione 91,6%
  • #5 Medico-Sanitario: tasso occupazione 88%
  • #6 Scientifico: tasso occupazione 87,3%
  • #7 Agrario-forestale e veterinario: tasso occupazione 86,7%
  • #8 Politico-sociale e comunicazione/ Psicologico: tasso occupazione 84,4%
  • #10 Scienze motorie e sportive: tasso occupazione 82,5%
  • #11 Linguistico: tasso occupazione 82,1%
  • #12 Educazione e formazione: tasso occupazione 80,1%
  • #13 Giuridico: tasso occupazione 80%
  • #14 Letterario-umanistico: tasso occupazione 77,8%
  • #15 Arte e Design: tasso occupazione 76,6%