Italiani ghiotti di tradizione: da Milano a Napoli ecco i piatti più richiesti

I gusti degli italiani non smentiscono la voglia di tradizione a tavola: da Nord a Sud si preferiscono i piatti della cucina tipica

Gli italiani preferiscono piatti che esaltano la tradizione, sono i più richiesti nei ristoranti.  È quanto ha stabilito un sondaggio promosso dal “Corriere della Sera”. L’indagine conferma quanto siamo legati ai sapori tradizionali. Un assioma del gusto che viaggia da Nord a Sud, dalle cucine milanesi a quelle napoletane.

La scrupolosa indagine promossa dal quotidiano di via Solferino ha coinvolto alcuni dei più importanti ristoranti e trattorie della Penisola. I risultati non lasciano spazio alle sorprese: l’italiano adora mangiare bene e tradizionale. Al bando le sperimentazioni, in Italia, senza eclatanti eccezioni, si mangia tipico. Il gourmet è apprezzato, ma vince la cucina della mamma, quella che esalta i sapori della propria terra d’origine e mantiene in ottima salute la tradizione gastronomica.

Quali sono i piatti più richiesti nei ristoranti d’Italia?

Ossobuco con risotto

Ossobuco

Il piatto che va per la maggiore, soprattutto a Milano, è quel compendio di gusto conosciuto come “Ossobuco con il risotto”. Una sintesi di sapori apprezzatissima da milanesi e turisti che riesce scavalcare persino la celebre “Cassoeula”, un’altra grande istituzione della cucina milanese.

Tortellini in brodo

Tortellini

Altro piatto tipico, apprezzato soprattutto nelle fredde giornate d’inverno, è il tortellino in brodo. Orgoglio emiliano, di cui va estremamente fiera soprattutto Bologna e provincia, il piatto si è diffuso in poco tempo in tutta Italia , divenendo una delle pietanze protagoniste dei pranzi domenicali.

 Canederli

Canederli

Spostando l’attenzione sulle papille gustative dell’Alto Adig,e sarà difficile non trovare un altoatesino che non elevi i canederli a piatto più gustoso: invitanti polpette di pane e speck, vengono divorate a Bolzano e dintorni. Queste delizie rotonde sono spesso proposte anche in altre soluzioni a seconda della fantasia delle massaie e dei cuochi della zona.

Agnolotti

Agnolotti

Rimanendo sui meridiani del gusto settentrione, impossibile ignorare sua maestà l’agnolotto. Del piatto piemontese, servito con burro e ragù con ripieno di carne e verdure, vanno ghiotti i torinesi, ma anche i turisti non rimangono immuni al fascino di questo ricco piatto del territorio sabaudo.

 Pasta alla Genovese

Genovese

Sul versante dei sapori meridionali è difficile resistere alla genovese. Nonostante il nome possa trarre in inganno, il piatto a base di sfornato di carne e cipolle è napoletano. Deve il proprio battesimo, come narra la leggenda, al genio culinario del suo inventore, un cuoco partenopeo soprannominato “o genoves”.

Bucatini alla gricia

Gricia

Piatto antico, antenato della più recente amatriciana, questo trionfo di pecorino, pepe e cipolle pare sia stato inventato dai pastori delle campagne di Roma che sfruttarono quei pochi ingredienti a propria disposizione per un piatto semplice ma pieno di gusto.

Tagliatelle

Tagliatelle

Tipo di pasta all’uovo che non conosce confini geografici, le tagliatelle si sposano con i sapori più disparati: ottime con il ragù, eccezionali con i funghi, insuperabili con i frutti di mare. Questa sua versatilità fa in modo che sia un piatto apprezzato in tutto il Belpaese.

Pubblica un commento