Il Duca Bianco impera nelle gelaterie con i gusti a lui dedicati

Quattro gusti per celebrare una carriera indelebile nel cuore dei suoi fan

david bowie

David Bowie è stato, senza ombra di dubbio, uno degli artisti più eclettici e rappresentativi del rock anni ’70 e ’80.

Con la sua musica è entrato nelle case, e nella vita, di miliardi di persone, e la sua fiamma vive ancora nel cuore dei suoi fan. Il suo ricordo è vivo a tal punto che il mastro gelataio Roberto Lobrano, suo supporter da sempre, ha deciso di dedicare al Duca Bianco quattro gusti di gelato.

Roberto Lobrano non è solo uno dei maggiori esperti italiani nella celebre arte del dolce artigianale di origine siciliana, ma è anche il frontman di una cover band dedicata proprio a David Bowie. Ripercorrendo le fatiche della sua ultima opera letteraria, “Il mondo del gelato“, edita da Slow Food Editore, ed ispirandosi al personaggio artistico che fu Bowie (eccentrico, poliedrico, innovatore e trascinatore), il mastro gelataio è riuscito a ricreare la vena artistica del Duca Bianco sotto forma di crema di latte aromatizzata.

Alien From Mars è il gusto di gelato ispirata alla più celebre canzone del Duca Bianco: “Life on Mars?“. Semplice, accattivante, ma trasgressivo. Questo gelato ricalca il periodo artistico d’oro di Bowie, in cui il candore dell’artista illuminava come un faro la scena musicale mondiale e il suo stile unico, inconfondibile, nel frattempo scandalizzava i tradizionalisti del rock. La base di latte, con pistacchi di Bronte e semi di canapa ricalcano proprio questo binomio unico tra purezza e vita vissuta oltre il confine.

A Lad Insane è invece il gusto che ricorda l’eccentricità dell’artista. In particolare, il nome fa riferimento alla copertina di uno dei più celebri album di David Bowie: Aladdin Sane. In quell’immagine, infatti, il volto del Duca Bianco era solcato da una saetta rossa e blu, mentre i fari dei flash e lo sfondo bianco rendono il busto nudo dell’artista particolarmente lucente. Per ricreare quest’effetto, sia a livello cromatico, sia a livello gustativo, il mastro gelataio è ricorso a ingredienti decisamente particolari. Dalla fava di Tonka, che dona al gelato un aroma deciso, ma delicato, all’estratto di butterfly pea, un fiore il cui estratto contribuisce a donare una cromatura azzurra 100% naturale, sino alla stracciatella di cioccolato Ruby, le cui note fruttate e la colorazione rossastra completano la riproposizione della copertina sotto forma di coppetta.

Moonage daydream” è forse la canzone simbolo dell’album “The Rise and The Fall of Ziggy Stardust and the Spider From Mars“, l’album più celebre dell’artista americano. Il gusto di gelato che richiama questa canzone suona come un’inganno, un’inno alla lunatismo e ai sapori “di un altro pianeta”. Per il Moonage Ice Dream è stato utilizzato, infatti, un particolarissimo tipo di Kiwi, tendenzialmente di colore rossastro e dal sapore simile alla banana.
Inoltre, questo non è un gelato, ma un sorbetto. Sorpresa?

Black Root Star è, senza dubbio, il gelato dal sapore più deciso e singolare. Il mastro gelataio si è ispirato, naturalmente, a “Blackstar”, l’ultimo album del Duca Bianco lanciato esattamente il giorno del suo sessantanovesimo compleanno ed ad appena quarantotto ore dalla sua dipartita. Chi ricorda il singolo di lancio del disco, l’omonimo “Blackstar”, ricorda anche la profezia in essa contenuta: l’ultimo viaggio del Duca. Questo gusto vuol ricalcare esattamente quel viaggio verso l’infinito: avvolgente, caotico, ma definitivo. Il gelato è, infatti, composto di latte di cocco, miele, burro di cacao,  polline, carbone vegetale e liquirizia. Un gusto unico, singolare, profetico, proprio come “Blackstar”.

Pubblica un commento