In Maremma torna FestAmbiente, l'atteso ecofestival dell'estate

L'evento di Legambiente si terrà a Rispescia dal 14 al 18 agosto. Tra gli ospiti, Daniele Silvestri, Max Gazzè, Carmen Consoli e The Zen Circus

Nel cuore della Maremma Toscana torna l'ecofestival più atteso dell'estate

Un appuntamento dedicato all’ambiente, nell’incantevole scenario della Maremma Toscana. Dal 14 al 18 agosto torna Festambiente, il festival nazionale di ecologia e solidarietà organizzato da Legambiente che si terrà come sempre a Rispescia, frazione di Grosseto alle porte del Parco naturale della Maremma, al cui interno si trovano alcune aree di costa fra le più belle e intatte del litorale maremmano.

Giunto alla trentunesima edizione, l’evento sarà articolato in cinque giornate, con un ricco programma che spazia dalla musica al cinema, e include mostre, dibattiti e conferenze, laboratori e spettacoli per bambini, buon cibo e molto altro ancora.

Il tutto prenderà vita in un’area di 3 ettari, divisa in quartieri tematici, in cui la gastronomia italiana sarà una delle protagoniste assolute, grazie anche alla presenza di un nuovo padiglione dedicato all’agro-ecologia, dove si potranno degustare i prodotti d’eccellenza del territorio e ricevere informazioni preziose relative alla alimentazione sana e alla valorizzazione della filiera alimentare, dal campo alla tavola.

Quest’anno, il festival ambientalista si presenta rinnovato nel format e nella durata, con un nuovo slogan, “Palco per il clima”, che sottolinea una sinergia sempre più forte con la musica nella battaglia comune volta a fermare “la febbre del pianeta”.

Daniele Silvestri, Max Gazzè, Carmen Consoli, The Zen Circus e Alpha Blondy sono alcuni dei grandi nomi della musica che si uniranno al grido mainstream #salvailclima, lanciando dalla Toscana un messaggio forte, per rispondere in maniera concreta all’emergenza climatica.

L’obiettivo del festival promosso da Legambiente è, infatti, quello di sensibilizzare i tanti visitatori e cittadini alle tematiche ambientali, dal risparmio energetico all’eliminazione della plastica nel settore della ristorazione, che sarà sostituita con caraffe e materiali in Mater-Bi, biodegradabile e compostabile.

Un altro dei principi portanti di Festambiente è quello di limitare al minimo lo spreco idrico, grazie all’utilizzo di riduttori di flusso, che permette di risparmiare il 60% di acqua, e alla coltivazione di aree verdi con piante autoctone mediterranee che richiedono un consumo idrico minore.

Per raggiungere la manifestazione nel Parco della Maremma, gli organizzatori metteranno a disposizione dei visitatori una navetta gratuita, al fine di ridurre l’utilizzo dell’auto.

“È un onore ospitare in Toscana Festambiente, che come sempre si tiene a Rispescia, nel Parco della Maremma” – ha affermato l’assessore all’ambiente Federica Fratoni, durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa che si è tenuta a Firenze – “È un legame inscindibile, tanto che dura da oltre trent’anni, e di cui andiamo orgogliosi”.