A Faenza il MEI-Meeting, il festival delle Etichette Indipendenti

Dal 28 al 30 settembre, il cuore dell'Emilia ospita una 3 giorni dedicata alla musica indipendente italiana

Mei Meeting

Negli ultimi giorni di settembre Faenza diventa la capitale italiana della musica con il Mei-Meeting 2018, la più importante manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana che al contempo rappresenta anche l’ideale chiusura della ricca e vivace stagione dei festival estivi che hanno arricchito piazze, arene e stadi in tutta la penisola. L’evento si terrà dal 28 al 30 settembre.

Il Mei Meeting è ormai da 25 anni un punto di riferimento e zona nevralgica di incontro per tutte le realtà italiane che hanno fatto la storia della musica italiana negli ultimi anni. Concerti, presentazioni musicali, convegni e mostre: Faenza in occasione della manifestazione diventa città della musica e un faro per la crescita e la diffusione della cultura musicale.

Il meeting  sarà anche occasione per premiare alcuni dei gruppi musicali che hanno rappresentato al meglio la cultura della musica indipendente facendosi apprezzare sul territorio nazionale dai cultori di musica alternativa.

Zen Circus al MeiIl Premio PIMI 2018, riservato all’artista indipendente dell’anno, va ai “The Zen Circus“. Premio speciale per i Lacuna Coil per i loro 20 anni di carriera. Con il suo album “La Mia Generazione” Mauro Ermanno Giovanardi vince il Premio PIMI Extra Progetti Esclusivi. Mentre Colapesce conquista il riconoscimento per il Miglior Videoclip Indipendente per il lavoro video che accompagna “Maometto a Milano“. Il Premio per il Miglior Artista Giovane Indipendente dell’Anno va a Colombre, mentre Gio Evan, conquista il Premio Artista Eclettico dell’Anno.

Ai Ritmo Tribale è stato riconosciuto il Premio Speciale Mei per i 30 anni dal loro primo disco autoprodotto. Dario Ballantini e i Piccoli Animali senza Espressione vincono invece il Premio Speciale PIVI 2018 riservato al miglior videoclip indipendente dell’anno.

Presente anche il noto cantautore Edoardo Bennato che riceverà la sera del 29 settembre il Premio Radio Rai Live.

Il Mei Meeting si svolge in tre giornate. Il 28 settembre ci sarà l’anteprima della rassegna dedicata al periodo storico del ’68 con i convegni con tema “Cultura e Musiche del ’68, 50 anni dopo” con la partecipazione del sociologo Marco Boato. Spazio anche alla mostra “Alle Radici della musica indipendente: i Manifesti dei Complessi Beat della Romagna degli anni ’60” a cura di Gianni Siroli.

Il 29 settembre è dedicata alle premiazioni e alle esibizioni degli artisti presenti. Spazio anche per gli workshop a cura di Riccardo De Stefano e Riccardo Galassi e ad importanti anteprime come la presentazione del libro dedicato al rapper Liberato.

La conclusione della rassegna musicale è prevista per il 30 settembre con approfondimenti sui 40 anni della Legge Basaglia. “Interiezioni” , lo spettacolo metateatrale di Pierpaolo Capovilla allieterà gli astanti assieme al gruppo rock “Il teatro degli orrori”