Dolomites Bike Day, in Alta Badia alla scoperta dei passi del Giro d'Italia

Il 17 giugno, sui passi leggendari protagonisti di avvincenti tappe del Giro d'Italia, si pedala senza fretta, all'ombra delle Dolomiti

Dolomites Bike Day, in Alta Badia alla scoperta dei passi del Giro d'Italia

Per chi ama il Giro d’Italia e le scampagnate con la propria fedele bicicletta in uno degli scenari più affascinanti d’Italia, il 17 giugno è data da ricordare. A pochi giorni dall’inizio dell’estate, lungo i tornanti che si sviluppano all’ombra dei Monti Pallidi, si terrà una manifestazione ciclistica molto attesa: il Dolomites Bike Day.

Non si tratta di una competizione tra professionisti, ma un evento aperto a tutti gli amanti delle due ruote: dai possessori di mountain bike a chi ama i tandem, dai tricicli per giovani ciclisti in erba ai velocipedi d’antan. Unica caratteristica richiesta ai partecipanti una passione smodata per le biciclette, le scampagnate all’aria aperta, quella pura e frizzante che caratterizza la Val Badia e tanta voglia di condividere e fare nuove amicizie.

Dolomites Bike Day, in Alta Badia alla scoperta dei passi del Giro d'Italia 2

Il tracciato, che si dipana su una strada lunga 52 chilometri, tra passi suggestivi, curve leggendarie e rettilinei immensi, incastonati in un panorama montano che alle soglie dell’estate sprigiona tutto il proprio carico di colori e profumi, è una vera e propria delizia per i sensi.

Il percorso è una meraviglia: si parte da La Villa, per poi toccare i paesini di Corvara, Arabba e San Cassiano, ma per i fan del Giro d’Italia le tappe da non perdere sono Campolongo, Falzarego, Valparola, luoghi sacri della corsa ciclistica della maglia rosa.

Dolomites Bike Day, in Alta Badia alla scoperta dei passi del Giro d'Italia 1

Tra i passi più belli c’è proprio quello di Campolongo. Si sviluppa su 13 tornanti che portano quasi a quota 2000 metri. Presso Falzarego, valico alpino in provincia di Belluno, è d’obbligo un’andatura lenta per ammirare pendenze e rocce a dir poco incantevoli. Si chiude in bellezza poi con il passo di Valparola, un tempo luogo di confine tra Italia e impero austro-ungarico. Nel 1977 è stata cima Coppi, punto più alto per altitudine che i ciclisti professionisti devono affrontare durante il Giro d’Italia.

I percorsi e gli itinerari del Dolomites Bike Day sono da affrontare con lentezza e profondo spirito d’osservazione, pedalate lente per lasciarsi avvolgere dalla bellezza della Val Badia, luogo incontaminato dove la pace e il silenzio fanno pendant con uno struggente panorama, da gustare a pedalate lente.

Pubblica un commento