Il bioparco Zoom di Torino cresce e diventa un modello da replicare

Ampliamento e nuove idee per il bioparco Zoom di Torino, con l'idea di riproporre il modello anche all'estero

Zoom Torino

Zoom Torino verso un nuovo futuro che prevede un ampliamento del parco.

La notizia arriva con la nuova holding la “Zoom Immersive Experience Spa”, creata da “Immersive Society” della famiglia Casetta socio fondatore del bioparco.

Questa nuova società finanziaria avrà come obiettivo quello di creare altri parchi di impatto educativo, ma non solo, infatti grazie al nuovo finanziamento di Magnetar, che ammonta a 18 milioni di euro, anche Zoom Torino sarà oggetto di novità.

Situato a Cumiana, in provincia di Torino, si tratta di un bioparco che si ispira al concetto di zoo immersione, progettato per la protezione delle specie a rischio di estinzione. La sua superficie è molto vasta e ammonta a circa 160 mila metri quadrati sprovvisti di gabbie e recinzioni. Inoltre l’ambiente, grazie a scenografie e botanica, riproduce in maniera fedele i luoghi di origine degli animali.

Lungo il percorso si possono conoscere i vari animali e il loro habitat, con una particolare attenzione all’educazione alla conservazione. Le persone entrano in contatto con le varie specie in maniera sicura con a separarli barriere naturali. Il tutto con la garanzia di un elevato standard di benessere per gli animali ospitati.

Il progetto si svilupperà nei prossimi dieci anni con un ampliamento sia dal punto di vista zoologico che delle esperienze, per produrre un modello che poi potrà essere riproposto anche in altre strutture europee.

Tra le varie idee vi è anche quella di coinvolgere i tanti visitatori in un vero e proprio safari come quelli che si possono effettuare in Africa, con l’accoglienza dei partecipanti all’interno di una tenda.

La direzione futura che ha intrapreso Zoom Torino, quindi, è quella di un nuovo posizionamento nel settore dell’intrattenimento grazie anche a un percorso esperienziale ad alto contenuto informativo ed educativo, facendo in modo che i visitatori vivano un’emozione che possa diventare fonte di ispirazione e condivisione per progetti e programmi.

Il grande parco si trova vicino al capoluogo piemontese, meta già di grande interesse sia dal punto di vista storico con il Museo Egizio che architettonico con le residenze reali, per citare solo due delle tante attrazioni della città. A cui si aggiunge a poca distanza anche lo Zoom.

Ora non resta che vedere come crescerà questa struttura.

Pubblica un commento