Storie di anziani sui volti e sui muri di Accadia

Il fotografo, Alessandro Tricarico, ha affisso 2 gigantografie raffiguranti 2 anziani abitanti del posto sul palazzo di fronte al municipio

Accadia_murales

Alessandro Tricarico, fotografo di San Marco in Lamis, ha deciso di raccontare la memoria di un paese attraverso le strisce di carta. Il suo obiettivo è stato quello di voler restituire i muri al territorio, come Alessandro stesso ha voluto specificare. Secondo Tricarico, infatti, il patrimonio di esperienze e di valori acquisiti non viene valorizzato adeguatamente.

Così, dopo un lungo e certosino lavoro, il fotografo ha affisso 2 gigantografie raffiguranti 2 anziani abitanti del posto sul palazzo di fronte al municipio del paese di Accadia, un comune di 2.000 abitanti sito in provincia di Foggia. Le immagini dei due anziani, che hanno accettato di farsi ritrarre, sono diventati ormai una vera icona per la comunità e testimoniano il tempo che passa e la vita vissuta senza ripensamenti o rimpianti.

L’opera- voluta anche dal sindaco e nata a fine luglio nei giorni di Accadia Blues – non è stata proprio semplice da eseguire e ha richiesto tanta pazienza e anche tanta precisione, ma alla fine il risultato ha lasciato Tricarico molto soddisfatto. “Adesso – continua il fotografo – chi si reca ad Accadia potrà ammirare, questi enormi puzzle realizzati a mano che mettono in primo piano gli sguardi intensi dei volti degli anziani, solcati da rughe profonde, e le loro mani che hanno conosciuto il duro lavoro nei campi, ma anche i loro dolci sorrisi a testimoniare che il tempo scorre ma la memoria resta e bisogna preservarla con tutti i mezzi disponibili”. Dopo l’esperimento ad Accadia, Tricarico ha intenzione di ripeterlo in altre località.

Pubblica un commento