Salento, un enorme squalo si avvicina alla barca di un pescatore

Uno squalo di circa 9 metri si è avvicinato alla barca di un pescatore a largo delle coste del Salento: le immagini sorprendenti filmate dal suo smartphone

A largo della costa di Lecce più precisamente a Frigole un pescatore fa un incontro ravvicinato: un enorme squalo si avvicina alla barca nelle acque del Salento. A raccontarlo è Stefano Tamburella, un pescatore che grazie allo smartphone riesce ad immortalare il momento facendo trasparire dalla voce l’emozione e allo stesso tempo il timore.

Lo squalo avvistato in Salento

La zona del Salento apprezzata anche dai turisti per il mare cristallino è teatro di numerosi avvistamenti; l’ultimo è avvenuto qualche giorno fa a largo dalla costa di Torre Chianca. Il pescatore solo sulla barca non si è fatto prendere dal panico e armato di smartphone ha raccontato l’incontro ravvicinato con un esemplare di squalo elefante lungo circa 9 metri.

L’esemplare di grandi dimensioni appartiene alla specie protetta degli squali elefante; questi animali dalle dimensioni imponenti non sono assolutamente  pericolosi per l’uomo e sono il secondo pesce più grande al mondo dopo lo squalo balena.

Gli squali avvistati in Italia

Non si tratta del primo avvistamento per la zona pugliese, qualche settimana prima infatti un cucciolo di squalo elefante è stato salvato dalla prontezza di due pescatori a largo dell’Oasi di Torre Guaceto in provincia di Brindisi. Il caso del cucciolo di squalo ha avuto una notevole risonanza mediatica; i pescatori protagonisti del salvataggio hanno trovato il piccolo esemplare impigliato nelle reti e hanno subito allertato il personale di tutela dell’Oasi Naturale di Torre Guaceto e i ricercatori della stazione zoologica. Il cucciolo di pochi mesi di vita e lungo appena 1 metro e 60 è stato rimesso in libertà in totale sicurezza dopo essere stato soccorso.

Le coste mediterranee sono sempre più ospitali per gli squali, a dimostrarlo è anche il caso dell’isola Lampione rinominata il paradiso degli squali italiano. L’isola incontaminata nell’arcipelago delle Pelagie diventa la meta per numerosi esemplari di squali grigi che la raggiungono nel periodo da metà luglio ad ottobre durante la rotta migratoria. L’isola viene preferita non solo per l’abbondanza di pesci tra cui cernie, barracuda, ricciole e dentici ma soprattutto per l’assenza degli uomini e per la temperatura calda dell’acqua. I turisti più coraggiosi e curiosi potranno effettuare il turismo dello shark watching guidati da esperti.