Ospedale di Potenza: una stanza speciale per le pazienti di oncologia

Una stanza riservata alle pazienti del reparto oncologico, per permettere loro di ritrovare il piacere di sentirsi belle.

Alice allo specchioA Potenza, presso l’ospedale San Carlo, è nata una stanza riservata alle pazienti del reparto oncologico, per permettere loro di ritrovare il piacere di sentirsi belle, in una situazione in cui le terapie minano questo aspetto. L’idea è nata dall’associazione Zonta Club International, presente nel Comitato per le Pari Opportunità del Ministero del Lavoro. La stanza prende il nome di “Alice allo specchio” ed è la designer Rossella Capobianco, responsabile del progetto, a spiegarci il perché: “Ogni Alice ritrova la fantasia e positività dell’interiore attraverso questo nutrimento per lo spirito ed il corpo, nel quale i cinque sensi si alimentano e accolgono i cinque elementi. La componente visiva è guidata dal colore, primo contatto per aprirsi all’esperienza. Ha una funzione di correttivo grazie alle sue frequenze 432 Hz, insieme al suono, alla base della vita universale”.

Alla base dell’idea che ha guidato la progettista c’è il Feng Shui, arte geomantica cinese secondo cui l’ambiente che ci circonda può influire sul nostro stato d’animo. Per questa ragione si è puntato sui colori, fondamentali nel regolare l’umore, primo tra tutti il bianco. Nonostante si creda sia un colore asettico, il bianco è il simbolo della purezza in quanto è il colore della luce, è vitalizzante, permette la sintesi della vitamina D, stimola le cellule e le ghiandole endocrine. Proprio come accade ad Alice nel noto libro di Lewis Carrol, anche le donne del reparto oncologico dell’ospedale San Carlo di Potenza, potranno riscoprire la loro bellezza.

Pubblica un commento