Milano, arrivano gli Studios a Porta Nuova

Nel quartiere di Porta Nuova arrivano i Milano City Studios, nuovo mega polo per eventi, produzioni televisive e cinematografiche e spot pubblicitari

Milano, arrivano gli Studios a Porta Nuova

Milano come Los Angeles. Nel distretto di Porta Nuova nascono i Milano City Studios, nuovo mega polo produttivo dedicato alla realizzazione di eventi, produzioni televisive e cinematografiche e spot pubblicitari.

Il progetto, che fa capo alla società di venue management Big Spaces, sarà presentato al pubblico il 24 giugno con un evento online previsto per le ore 18.
L’area coinvolta è quella di Porta Nuova, dove nei giorni scorsi ha inaugurato il Lido Bam, una spiaggia tra i grattacieli della città.

Nel quartiere che ha cambiato il volto del capoluogo lombardo, i Milano City Studios si estenderanno per oltre 20mila metri quadrati, tra nove location esterne e undici interne, inclusi tre studi hitech.

Al progetto hanno aderito ClonWerk, Sts Communication, Icet Studios, Sfeera, G Group International e Next Group, per un investimento complessivo di oltre 2,5 milioni solo per le attrezzature per gli studi.

“Nel cuore pulsante della Milano innovativa sta arrivando una nuova opportunità per la città e per l’Italia. Un progetto ispirato alle metropoli del mondo, una risposta carica di ottimismo alle esigenze del momento.”
È così che Andrea Baccuini, partner e amministratore delegato di Big Spaces, ha presentato sulle pagine social dei Milano City Studios la nuova ‘landing area’ che, ispirandosi ai Los Angeles Center Studios, punta a valorizzare una realtà già radicata nella città.

Oltre ad attirare una serie di imprenditori pronti a scommettere sul progetto di Baccuini anche in tempi non facili come questo, l’idea ha riscontrato l’interesse di diversi player del settore già prima del debutto ufficiale.

All’appuntamento in streaming per l’inaugurazione dei Milano City Studios parteciperà anche il presidente di Anica – Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive, Francesco Rutelli, che nelle scorse settimane ha lanciato un grido d’allarme per l’impatto che l’emergenza Coronavirus ha avuto sul cinema.

Uno dei vantaggi degli Studios milanesi sarà quello di mettere a disposizione in un’unica grande area location, attrezzature e alta tecnologia.
Obiettivo del progetto è fare di Milano un punto di riferimento europeo e mondiale, per quanto riguarda la produzione di contenuti, che si tratti di eventi, spot pubblicitari, riprese televisive o cinematografiche.

Per veder decollare il mega polo produttivo, Andrea Baccuini ha dato come data limite dicembre 2021, sebbene già dalle prossime settimane siano previste diverse iniziative all’interno delle location che avranno sede a Porta Nuova, alle cui spalle sorgerà Torre Milano, progettato come un edificio anti-Coronavirus.