Questo sito contribuisce all’audience di

Virgilio InItalia

Mantova a caccia di nuovi residenti: soldi a chi si trasferisce

Con l'arrivo di nuovi posti lavoro, la città di Mantova cerca residenti: il comune offre un contributo a chi si trasferisce: ecco i dettagli

La città di Mantova apre interessanti prospettive per chi cerca lavoro e una nuova residenza: l’amministrazione comunale ha deciso di istituire un bando per trovare persone disposte a trasferirsi in centro, offrendo un contributo economico per il primo anno. L’opportunità arriva in un momento particolare, visto che sono molte le aziende in procinto di aprire nuove posizioni lavorative. A lanciare l’iniziativa è il sindaco Mattia Palazzi, che ha stanziato ben 400mila euro di fondi per finanziare il programma. Scopriamo i dettagli.

Mantova, contributo a chi si trasferisce

Molti piccoli borghi italiani, nel corso degli ultimi anni, sono divenuti protagonisti di iniziative simili: sono stati promossi diversi bandi per incentivare il ripopolamento di realtà ormai in costante calo, offrendo contributi economici a chi aveva intenzione di trasferirsi e acquistare una casa. Stavolta è una città a promuovere un progetto di questo tipo, e l’obiettivo è lo stesso: attirare persone che possano prendere residenza in centro, occupando posti lavorativi vacanti e nel contempo sfruttando quelle abitazioni lasciate da tempo vuote. Il sindaco di Mantova ha così adottato una nuova misura volta ad aiutare chi ha un lavoro e si stabilirà in città.

L’amministrazione comunale ha deciso di mettere a disposizione ben 400mila euro per questo progetto: i primi 200mila verranno usati a partire da settembre, mentre gli altri 200mila serviranno nel 2024. Annualmente verranno finanziate cento domande provenienti da singoli individui o da nuclei familiari. A raccontare qualche dettaglio in più sull’iniziativa è il sindaco Mattia Palazzi, che in un’intervista al Corriere della Sera ha spiegato: “L’obiettivo è aumentare i residenti del Comune di Mantova visto che ci saranno tante nuove offerte di lavoro nei prossimi due anni”.

Si stima infatti l’arrivo di circa 1.300 nuovi posti di lavoro, grazie allo sviluppo di diverse realtà aziendali, soprattutto nell’ambito della logistica. Nella maggior parte dei casi si tratta di contratti a tempo indeterminato, quindi un’opportunità da non lasciarsi sfuggire, che potrebbe attirare tantissime persone da fuori provincia. Il Comune ha dunque deciso di incentivare i trasferimenti per lavoro con un contributo economico: sono 150 euro al mese per il primo anno, un piccolo aiuto che arriva in un momento di grande difficoltà per moltissimi italiani, con l’inflazione che non lascia scampo.

Come accedere al contributo

Il bando verrà pubblicato a giugno, e con esso tutti i dettagli per poter accedere al contributo. Il sindaco di Mantova ha però anticipato alcune informazioni interessanti: ci sarà una soglia di reddito per poter fare richiesta, la quale è ancora da stabilire. “Posso anticipare che la misura si rivolgerà alle persone che hanno redditi da lavoro da insegnante, operaio, impiegato pubblico e infermiere. Si parla di figure professionali con salari che si aggirano intorno ai 1.200-1.500 euro al mese” – ha spiegato Palazzi.

Sarà poi definita anche una durata minima del contratto di affitto per i nuovi residenti, che non sarà sicuramente inferiore ad un anno. Il contributo potrà aiutare molte persone o famiglie interessate a costruirsi una nuova vita a Mantova. “Offrire 150 euro al mese per un anno significa contribuire a coprire il 30% circa del costo medio di un trilocale. Non è una misura sociale, è un contributo per chi ha già un reddito ma deve comunque affrontare diverse difficoltà nella vita quotidiana”.