Gaffe di Anthony Hopkins: scambia l'Umbria per la Toscana

Gaffe tutta italiana per Anthony Hopkins: l'attore gallese due volte premio Oscar, tornato di recente in Italia, ha scambiato l'Umbria per la Toscana.

Gaffe italiana per Anthony Hopkins

Il due volte premio Oscar Anthony Hopkins è stato protagonista di una gaffe che riguarda due regioni italiane: la Toscana e l’Umbria. L’attore gallese è da sempre innamorato dell’Italia, visitata in lungo e in largo per diletto ma anche per lavoro, visto che nel nostro Paese ha girato diverse scene del film “Hannibal” del 2001.

Hopkins è tornato di recente in Italia, documentando il suo soggiorno con alcuni post sui social network. In particolare un video postato su Twitter mostra l’attore mentre ammira due persone andare a cavallo in uno splendido maneggio. Nella clip, Hopkins esclama “Che meraviglia, che musica!”.

A corredo del video, Anthony Hopkins ha scritto: “Una magica giornata sotto il sole della Toscana. Grazie Reschio”. Questa frase non è passata inosservata: i più attenti hanno manifestato diverse perplessità al riguardo. Il motivo? Molto semplice: il Castello di Reschio non si trova in Toscana, bensì in Umbria.

La gaffe di Anthony Hopkins tra Umbria e Toscana

Sono stati in molti a segnalare la “gaffe” del premio Oscar, anche se in tanti lo hanno subito perdonato. Il Castello di Reschio, infatti, è situato al confine tra l’Umbria e la Toscana: il maneggio in cui Hopkins ha ammirato i cavalli e il panorama del centro Italia si trova solo a pochi chilometri di distanza dalla Toscana. L’errore, dunque, può considerarsi veniale, soprattutto per un turista straniero.

Al pari di molti personaggi del mondo dello spettacolo, Anthony Hopkins ha scelto l’Italia per trascorrere alcuni giorni di vacanza: da tempo in Sicilia, Mick Jagger è stato stregato dalla Cappella Palatina di Palermo, mentre George Clooney ha deciso di tornare a Villa Oleandra sul Lago di Como.

Il sole dell’Italia, tra l’Umbria e la Toscana è proprio quello che ci vuole per Anthony Hopkins che a 84 anni si sta godendo un po’ di meritato riposo a pochi mesi di distanza dalla vittoria del suo secondo Oscar come miglior attore protagonista, ricevuto per il film “The Father – Nulla è come sembra” diretto da Florian Zeller.

Il primo Oscar, invece, risale al 1992 e alla sua magistrale e indimenticabile interpretazione del dottor Hannibal Lecter nel film “Il silenzio degli Innocenti”, diretto da Jonathan Demme e basato sull’omonimo romanzo di Thomas Harris.