Da Nord a Sud: i dolci natalizi regionali più cercati sul web

Lungo tutta la penisola ci sono moltissime tradizioni culinarie tipiche del periodo. Ecco, quindi, la classifica dei dolci di Natale più popolari in Italia

 

panettone

Dal Pandoro veneto agli struffoli napoletani, dal torrone di Cremona alle Cartellate pugliesi, la tradizione dei dolci di Natale è davvero ampia in Italia. Nonostante la pandemia quest’anno non permetterà a molti italiani di festeggiare con parenti ed amici, il periodo natalizio richiama comunque la voglia di mangiare cibi tipici di questo periodo.

Ma quali sono i dolci natalizi più in voga durante questo 2020? ‘La Repubblica’ ha fatto una classifica che si basa non solo sulle ricerche fatte dagli utenti internet, ma anche anche sugli hashtag utilizzati su Instagram e sui post pubblicati.

I dieci dolci natalizi più popolari d’Italia

  • 1 – Panettone: Lombardia

Al primo post si posiziona il famoso Panettone lombardo che quest’anno sembra battere il pandoro in quanto a popolarità grazie alle 54 milioni di pagine uscite dalla ricerca su Google e alle 635 mila menzioni su Instagram. Si narra che il primo Panettone sia stato confezionato da un giovane garzone di nome Toni che lavorava alla corte di Lodovico il Moro, per questo all’inizio questo dolce si chiamava “pan de Toni“, nome che poi nel tempo è diventato Panettone.

Soffice, profumato, ornato dalla presenza di uvetta e canditi, il Panettone è una tipico dolce che non può mancare nelle tavole degli italiani. Questo dessert nel tempo oltre ad essersi diffuso su tutta la penisola ha varcato anche i confini nazionali, diventando un famoso anche in stati del Sud America come Perù, Argentina, Uruguay.

  • 2 – Pandoro: Veneto

Con oltre 168 mila menzioni su Instagram, al secondo posto della classifica troviamo il Pandoro, un tipico dolce di Verona la cui origine sembra legata alla repubblica veneta quando era usanza servire speciali dolcetti a forma di cono che venivano ricoperti da uno strato d’oro zecchino. Tuttavia il nome “Pandoro” sembra derivare da “Pan de oro“, dato che a causa dell’alta quantità di burro e uova utilizzati il suo impasto sembrava di colore dorato. Questo dolce piace proprio a tutti ma conquista facilmente i bambini grazie alla possibilità di essere ricoperto di zucchero a velo.

  • 3 – Torrone: Lombardia e Sicilia

Il torrone ha una storia antica che risale a circa 600 anni fa quando venne preparato per la prima volta al banchetto di nozze di Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza. Presente in diverse regioni, il torrone può essere morbido o croccante, ricoperto di cioccolato o ripieno di frutta secca. I più famosi sono quelli di Cremona, Alba, Benevento, ma anche quello siciliano con il pistacchio e quello di Tonara in Sardegna.

  • 4 – Struffoli: Campania

Insieme ai babà e alla pastiera, gli Struffoli sono uno dei dolci partenopei più famosi. Ad averli inventati pare siano stati gli antichi greci, tanto che il nome “struffolo” sembra derivare dalla parola greca “strongoulos” che significa arrotondato. Gli struffoli sono delle piccole palline di pasta che viene fritta e ripassata nel miele. Guarnite con confetti e canditi, gli struffoli si presentano croccanti all’esterno ma con un interno soffice. Questo ottimo dolce è diffuso anche in Umbria e in Abruzzo con il nome di cicerchiata.

  • 5 – Panforte: Toscana

Il Panforte è un dolce tipico toscano, in particolare di Siena, tanto che la ricetta tradizionale sembra prevedere 17 ingredienti, uno per ogni contrada senese. Il panforte sembra essere un evoluzione dei “melatelli” dei dolci molto semplici a base di frutta e diffusi nell’antica Roma che poi con il tempo si sono trasformati.

All’inizio venivano utilizzati dei pezzi di frutta fresca per farcire il dolce ma questi conferivano all’impasto un sapore aspro e “forte”, dettaglio da cui deriva il nome Panforte. Con il tempo l’utilizzo di frutta fresca è stato sostituito con quello di frutta candita.

  • 6 – Mustacciuoli o mostaccioli: Campania

I Mustacciuoli sono dei dolci tipici campani che internamente sono morbidi ma compatti e sono ripieni di noci, mandorle, uva passa, fichi secchi, mentre esternamente sono ricoperti da una squisita copertura di cioccolato. Il dolce sembra avere origini davvero antiche dato che il nome deriverebbe da “mustaceum”, che in latino indicava una speciale focaccia dolce che è stata descritto per la prima volta da Catone nel “De Agricoltura”.

  • 7 – Cartellate: PugliaLe cartellate sono un dolce natalizio pugliese è famoso anche in alcune aree della Basilicata. In dialetto locale sono note anche come cartiddhate e in questa zona di Italia questo dolce si può trovare tutto l’anno, ma Natale è sicuramente il momento di massima popolarità.

Questi dolcetti hanno la forma circolare e sono composti da strisce di impasto che vengono arricciate come a formare una rosa o una girella. Il dolce ha un origine molta antica e secondo la tradizione le striscioline di pasta utilizzate ricordano le fasce nelle quali fu avvolto il Bambino Gesù. Una volta pronte le Cartellate vengono fritte e sono ottime se accompagnate con il vincotto o con il miele.

  • 8 – Buccellato: Sicilia

Una sottile sfoglia di pasta frolla che racchiude al suo interno un ripieno di fichi secchi, mandorle, uva passa, scorze d’arancia, questo è il Buccellato un dolce tipico della regione Sicilia. Il suo nome sembra derivare da “buccellatum”, il termine con cui gli antichi Romani chiamavano un pane a forma di ciambella che veniva preparato nei giorni di festa. Il Buccellato che mangiamo, ora però, si è evoluto e sembra avere subito influenze sia toscane che arabe.

  • 9 – Panpepato: Umbria

Il Panpepato o Pampepato è una specialità di Terni che era nota già nel 1500. Sembra infatti che già cinquecento venisse preparato un dolce con ingredienti molto semplici che potevano essere reperiti durante l’anno, come frutta secca, uvetta, canditi, cacao amaro, miele, caffè, spezie e farina. L’impasto ha una consistenza morbida e soffice ed è fatto di cioccolato, uva passa, canditi, miele, caffè accompagnati da frutta secca tostata, come nocciole, mandorle, pinoli.

  • 10 – Bocconotti: Abruzzo

I Bocconotti sono dolcetti abruzzesi fatti di pasta frolla e ripieni di mandorle e cioccolato oppure ripieni di marmellata d’uva. Questi dolcetti natalizi sono davvero diffusi non solo in Abruzzo ma anche in alcune zone della Calabria e della Puglia.

Il nome Bocconotti sembra derivare dal fatto che questi dolcetti sono di piccole dimensioni e si possono mangiare facendo un solo boccone. La ricetta originale viene tramandata da generazioni all’interno delle famiglie abruzzesi che la custodiscono invariata da anni.