L'Italia nei libri: le 10 città più citate nella letteratura

Alcuni dei capolavori della letteratura mondiale sono ambientati in Italia: ecco la classifica delle dieci città italiane più citate nei libri

Quali sono le città italiane più citate in letteratura? A questa domanda ha risposto Holidu, motore di ricerca per case vacanze, che analizzando i dati di Google Books ha stilato la classifica delle 10 città d’Italia più menzionate nei 19 mila libri catalogati online lo scorso anno.

10, Palermo: 25.518 citazioni nei libri

Alla decima posizione della classifica delle città italiane più menzionate nei libri c’è la città di Palermo, con 25.518 citazioni. Tra i testi spiccano classici come “Il Gattopardo” di Tomasi da Lampedusa e libri più recenti come “Ciò che inferno non è” di Alessandro D’Avenia e “I leoni di Sicilia” di Stefania Auci.

Palermo

9, Bari: 26.394 citazioni

Bari è la nona città più citate nei libri, con 26.394 menzioni. In particolare, la città pugliese è stata scelta più volte dallo scrittore Gianrico Carofiglio come location per le sue opere. Un esempio? Il libro “Né qui né altrove. Una notte a Bari”.

Bari

8, Padova: 30.910 citazioni

All’ottava posizione della classifica delle città italiane più citate in letteratura c’è Padova, con 30.910 citazioni. Giovanna Zucca ha ambientato proprio qua i suoi libri “Assassinio all’Ikea” e “Turno di notte”. Allo stesso modo, si sviluppa nella città di Padova il romanzo giallo “Il filo rosso” della fumettista e scrittrice Paola Barbato.

Padova

7, Venezia: 49.773 citazioni

La città di Venezia, con 49.773 citazioni, è al settimo posto. Tra i tanti libri ambientati nella città lagunare spicca “Stabat Mater”, che è valso allo scrittore Tiziano Scarpa il Premio Strega nel 2008.

Venezia

6, Bologna: 56.262 menzioni

Alla sesta posizione della classifica delle città d’Italia più citate nei libri c’è Bologna, con 56.262 menzioni. Tra gli autori che hanno scelto la città emiliana come location per i propri libri ci sono Carlo Lucarelli (“Almost Blue”) e John Grisham (“Il broker”).

Bologna

5, Firenze: 66.749 menzioni

La città di Firenze è in quinta posizione con 66.749 menzioni. Il capoluogo toscano è la location di libri molto popolari, come “La casa delle Voci” di Donato Carrisi e “Inferno” di Dan Brown.

Firenze

4, Napoli: 78.288 citazioni

Al quarto posto della graduatoria delle città più citate nei libri c’è Napoli, con 78.288 menzioni. In tempi recenti, la città è stata scelta come ambientazione della fortunata saga de “L’amica geniale” di Elena Ferrante, da cui è stata tratta anche una serie tv.

Napoli

3, Torino: 103.443 citazioni

La città di Torino sfonda per prima il muro delle 100 mila citazioni e, con 103.443 menzioni, è al terzo posto tra le città italiane più citate nei libri. Nel capoluogo piemontese sono ambientati grandi classici come “Il Fu Mattia Pascal” di Pirandello e “Cuore” di De Amicis, ma anche opere più recenti come “La solitudine dei numeri primi” di Paolo Giordano.

Torino

2, Milano: 250.831 citazioni

Al secondo posto della classifica delle città d’Italia più citate in letteratura c’è Milano, con 250.831 citazioni. Un esempio su tutti: è ambientato proprio nella città meneghina il capolavoro di Alessandro Manzoni “I promessi sposi”.

Milano

1, Roma: 270.209 citazioni

La città italiana che ha ricevuto più citazioni nei libri è la Capitale d’Italia, Roma, con 270.209 menzioni. Nella “Caput Mundi” sono ambientati grandi classici come “Il piacere” di D’Annunzio, opere storiche come “L’ultima legione” di Valerio Massimo Manfredi”, best seller come “Angeli e Demoni” di Dan Brown e opere più recenti, come “Il colibrì” di Veronesi, vincitore dell’ultimo Premio Strega.

Roma