Cani senza guinzaglio: al via l'esperimento a Milano

La sperimentazione avviene in due aree verdi del Municipio 1 di Milano, ma solo in determinate fasce orarie

cani senza guinzaglio milano

Fido libero di gironzolare in tutta libertà in alcuni parchi cittadini. Il progetto sperimentale ha preso il via a Milano nel Municipio I in particolare nel parchetto di via Conca del Naviglio e al parco delle Basiliche.

Un’iniziativa che vuole andare incontro agli animali e ai loro padroni, naturalmente però i cani potranno essere condotti senza guinzaglio in particolari fasce orarie, per tutta la durata del periodo di prova che ammonta a sei mesi.

A regolamentare il tutto una delibera dell’assessore Elena Grandi, che prevede la possibilità di mettere in atto questa iniziativa all’interno di determinate fasce orarie nel corso della giornata. Nello specifico gli amici pelosetti potranno girare in tutta libertà dentro queste aree verdi dalle 5 alle 8 del mattino, dalle 10 alle 12 e poi dalle 19,30 alle 24. Questo per quanto riguarda Conca del Naviglio.

Cambiano gli orari, invece, nel Parco delle Basiliche dove l’accesso ai cani privi di guinzaglio è prevista a partire dall’apertura dei cancelli e fino alle 8. A seguire dalle 10 alle 12 e infine dalle 19 fino alla chiusura.

Gli orari sono stati scelti per fare in modo che coincidessero con quelli durante i quali i due parchi selezionati sono meno frequentati dagli utenti più piccoli.

Un’iniziativa nata per ovviare al numero esiguo di aree dedicate ai cani in questa zona. Il capoluogo lombardo, però, ama gli amici a quattro zampe come testimoniano le tante iniziative degli ultimi mesi. Basti ricordare la possibilità di recarsi in ufficio con i propri animali domestici, fino al Dog Village allestito in occasione del Natale.

I cani condotti nelle aree verdi dovranno comunque essere dotati di museruola e, come buona regola di educazione civica, i padroni si dovranno occupare della raccolta degli escrementi dei propri animali.

Lorenzo Pacini, consigliere del Municipio 1 di Milano, ha commentato così l’iniziativa su Instagram: “Un esperimento per provare a migliorare la quotidianità di tutti i frequentatori dei parchi! In ogni caso le regole e i comportamenti da bravi padroni vanno sempre rispettati, per il bene di tutta la comunità”

Tra sei mesi verranno tirate le fila per valutare la funzionalità di questa idea, una sperimentazione simile era già stata avviata ai giardini della Guastalla, con buoni risultati.