Banksy incontra Raffaello: duetto inedito a Roma

Il Chiostro del Bramante ospita una mostra che celebra l'artista rinascimentale con le opere dello street artist britannico

Banksy

A Roma, in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Raffaello, andrà in scena un’esposizione allestita nelle sale del Chiostro del Bramante con le opere di Banksy.

Un incontro inedito per il duetto tra due artisti così distanti tra loro: da una parte Raffaello, pittore e architetto del Rinascimento e riconosciuto universalmente come uno dei più grandi artisti di tutti i tempi, capace di lasciare un segno indelebile nella storia dell’umanità. Dall’altra lo street artist britannico che da anni, attraverso i suoi lavori in giro per il mondo, sorprende, emoziona e invita alla riflessione, con opere che riflettono vizi e virtù della società contemporanea.

La mostra “Banksy A Visual Protest” va in scena dal 21 marzo al 26 luglio 2020 presso le sale del Chiostro del Bramante a Roma. Si tratta di un progetto che punta a rendere omaggio a due personalità artistiche diverse ma allo stesso tempo in grado di restare impresse nella memoria degli spettatori. L’esposizione ospita circa 80 opere dello street artist nativo di Bristol, tutte provenienti da collezioni private.

L’idea a base della mostra “Bansky A Visual Protest” si innesta sui muri cinquecenteschi di Donato Bramante. Banksy viene accostato a Raffaello perché la storia del pittore con Roma si incrocia proprio nel Chiostro del Bramante. Le opere dei due artisti hanno rappresentato, rappresentano e continueranno a rappresentare, in maniera diversa, l’esempio di innovazione nel linguaggio artistico a seconda dei tempi.

Sono tante le opere di Bansky in mostra nella Capitale. Dalla celeberrima “Girl with Baloon” a “Love in in the Air”, passando per “Napalm”, “HMV” e “Queen Vic”. Presenti, inoltre, i lavori più disparati dello street artist inglese, come le prove di stampa per il libro “Wall & Peace” e i progetti discografici realizzate per le copertine dei vinili e dei CD.

Banksy, autore che ha fatto dell’anonimato il suo punto di forza, rende omaggio alla grandezza di Raffaello, con opere che trattano i temi a lui più cari: la guerra, la ricchezza e la povertà, gli animali, la globalizzazione, il consumismo, la politica, il potere, l’ecologia.

Quella del Chiostro del Bramante fa parte delle tante mostre e iniziative in programma nel 2020 per celebrare i 500 anni della morte di Raffaello. Uno degli eventi più attesi andrà in scena alle Scuderie del Quirinale, dal 5 marzo al 2 giugno.