UFO: i luoghi in Italia in cui ci sono stati avvistamenti

UFO, oggetti non identificati, esistono davvero? Qualcuno afferma di averli visti apparire nel cielo: ecco i luoghi italiani delle segnalazioni

avvistamenti ufo in italiaOgni giorno, in Italia e in ogni parte del mondo, vi sono avvistamenti e segnalazioni di oggetti volanti non identificati (UFO). Nel nostro Paese sono oltre 15.000 le persone che hanno segnalato fenomeni aerei sconosciuti. I casi di avvistamenti sono molteplici e variegati, anche per il fatto che si basano su testimonianze umane e non su registrazioni meccaniche.

La maggior parte di queste segnalazioni sono raccolte e catalogate da associazioni che tengono traccia degli avvistamenti. L’Economist ha realizzato un grafico grazie ai dati raccolti tra il 2000 e il 2014 dal National UFO Reporting Center, dal quale si evince che gli avvistamenti avvengono, nella maggior parte dei casi, nelle prime ore della sera, soprattutto nel fine settimana, quando solitamente iniziano gli aperitivi. Sono invece minori le segnalazioni nelle ore di luce, quando la gente lavora e nelle ore notturne, quando si dorme.

Le segnalazioni di UFo in Italia

A partire dagli anni ottanta, il Centro Italiano Studi Ufologici ha diramato una serie di cataloghi di segnalazioni e avvistamenti UFO dai quali deriva che le regioni italiane con un maggior numero di avvistamenti sono il Lazio, la Campania, la Lombardia, la Liguria e le Marche.

Esistono molteplici tipi di incontri ravvicinati con gli UFO, i più interessanti risultano essere quelli dal contenuto di stranezza più elevati. Si va dagli avvistamenti in cui la distanza tra il testimone e il fenomeno è inferiore a 150 metri, ai casi con tracce che spesso includono tracce sul suolo o sulla vegetazione che solitamente si trovano dopo un avvistamento.

I casi fotografici sono quelli in cui, oltre la testimonianza narratoria, vengono fornite foto o video. In molti di questi casi si viene a conoscenza di fenomeni comparsi nelle foto o nei video ma non visibili a occhio nudo. Vi sono inoltre le testimonianze effettuate da piloti militari o civili durante i voli.

Ovviamente, vista la maggiore competenza e la specificità dei contenuti, a queste testimonianze viene dato un rilievo maggiore. I luoghi in cui ci sono stati avvistamenti di UFO in Italia sono moltissimi, tra gli ultimi vi è quello di Praia a Mare, in provincia di Cosenza, grazie a un video che riprende la presenza nel cielo di due O.V.N.I. (oggetto volante non identificato) diversi tra loro.

Uno di questi sembra essere un disco circondato da una forma di massa toroidale, di consistenza e colorazione variabile. Il secondo, sembra essere discoidale che, a occhio nudo, sembra presentare 5 luci sferiche che si muovono in modo coordinato. In seguito all’elaborazione di questi fotogrammi, le 5 luci risulteranno essere un unico corpo semicircolare, tagliata di netto sulla parte posteriore. L’oggetto volante sembra presentare al centro della parte superiore un’apertura a cupola dal colore differente rispetto al corpo dell’oggetto e, sulla parte inferiore, una luce intermittente.

Anche gli astronauti dello Shuttle e i cosmonauti russi videro degli oggetti non identificati. Sono almeno 12 esploratori dello spazio ad aver testimoniato avvistamenti di UFO durante le loro missioni. Apparentemente sembra che gli avvistamenti maggiori avvengano negli Stati Uniti ma in realtà l’Italia è una nazione privilegiata per gli avvistamenti. Le maggiori ondate di avvistamenti si sono registrati nel 1950, 1954, 1962, 1973 e 1978.

Mercoledi 27 ottobre 1954, durante l’incontro di calcio Pistoiese-Fiorentina allo stadio comunale di Pistoia, i diecimila spettatori circa avvistarono due dischi volanti che si fermarono proprio sopra lo stadio per poi sfrecciare via velocemente dopo pochi secondi. L’arbitro sospese la partita per circa 10 minuti.

Nel 1966 ci fu un black out a Napoli attribuito all’avvistamento di un UFO sopra la città che sfrecciò via inseguito da due aerei. Torriglia, in provincia di Genova, è stata protagonista di molteplici avvistamenti extra terrestri e per questo è stata denominata anche Capitale italiana degli UFO e adesso è sede di numerosi eventi e convegni legati all’argomento.

Nel 2008 a Roma è stato avvistato un gruppo di 7-8 oggetti volanti che hanno sorvolato i cieli della capitale per circa 25 minuti. Il 7 agosto 2012 due persone hanno avvistato un disco volante a Savona, caso che è stato definito attendibile anche dal Centro Ufologico del Mediterraneo.

Gli avvistamenti di UFO nelle città del mondo

Il primato per il maggior numero di avvistamenti negli Stati Uniti riguarda la Highway 95, strada che raggiunge la famosa base militare Area 51 in Nevada. La capitale dei rapimenti alieni in Australia è Darwin. A Roswell in New Mexico, nel 1947 si dice sia precipitata una navicella spaziale e vi si trova il museo degli UFO. A città del Messico l’11 aprile 2011 ha avuto luogo l’evento ufologico pià grande nel mondo: migliaia di persone, infatti, hanno assistito al volo di circa 100 dischi luminosi sopra la città.

L’avvistamento più pubblicizzato è stato quello avvenuto nel dicembre 2009 a Mosca dove è stato filmato un UFO a forma di piramide che volava sopra il Cremlino. Sempre in Russia, nelle montagne di Sochi, sembra ci sia una base di atterraggio aliena così come sugli altipiani di Santiago del Cile.

Pubblica un commento