Forte di Bard: la roccaforte degli eventi

Arroccato tra le montagne della Valle d'Aosta, il Forte di Bard, uno scrigno di arte e cultura, propone mostre ed eventi dal respiro internazionale

Il Forte di Bard in Valle d’Aosta è una roccaforte atipica: a partire dal 2007, l’imponente fortino che si inerpica a ridosso del confine piemontese, ha spalancato le proprie porte ed è diventato un apprezzato luogo di aggregazione e accoglienza, punto di riferimento per gli appassionati di arte e cultura. Sono lontani gli anni in cui la fortezza sabauda serrò i ranghi e si difese dall’assedio di Napoleone. Oggi le porte sono aperte ad un’invasione di sapere e curiosità.

Il complesso fortificato, che sovrasta il borgo medievale di Bard, ha storia antica e affonda radici in epoca romana, ma è solo nel XIX secolo che assume l’aspetto oggi noto, grazie all’intervento di ricostruzione attuato dai reali di Savoia. Dopo un lungo periodo di abbandono nel 2006 il forte è stato restaurato e restituito alla cittadinanza. La vocazione alla difesa, però, non è andata perduta, semmai si è trasformata in una missione di salvaguardia dell’arte e della cultura.

Oggi, infatti, il Forte di Bard è uno dei più affascinati poli culturali della Valle d’Aosta. Ospita esposizioni di arte e fotografia ed è sede di percorsi pluridisciplinari destinati agli studenti. Gli ampi spazi recuperati dopo anni di ristrutturazioni sono dimora di importanti musei, arricchiti da materiali multimediali e interattivi. Particolarmente apprezzato, “il Museo della Alpi” che immerge il visitatore nell’affascinante cultura alpina. L’esposizione permanente, collocata al primo piano dell’”Opera Carlo Alberto”, accompagna il visitatore alla scoperta delle Alpi, attraverso un percorso che coinvolge i cinque sensi e che promette di svelare i segreti più affascinanti della montagna e delle trasformazioni attuate dall’uomo nei secoli.

Un luogo incantevole, di indubbio fascino che ha convinto anche gli sceneggiatori di “Avangers: Age of Ultron” ad ambientare tra le antiche mura di Bard la sede dell’“Hydra” del Barone Strucker, “villain” del film della Marvel.

Non meno affascinanti i numerosi eventi e le apprezzate mostre che ogni mese si susseguono nella fortezza. Manifestazioni che attirano centinaia di visitatori sull’alta rocca di Bard, raggiungibile attraverso una serie di moderni ascensori trasparenti che offrono ai visitatori il meraviglioso panorama della valle centrale della Dora Baltea.

Le mostre catturano l’immaginario collettivo attraverso un’accurata selezione. Migliaia di visitatori hanno raggiunto il forte, richiamati da opere di fama internazionale. Come gli eccezionali scatti fotografici di Robert Doisneau, l’indimenticato artista parigino autore di memorabili fotografie che potranno essere ammirate fino al 1° maggio. Il forte ospiterà, inoltre,  la cinquantaduesima  edizione del “Wildlife Photographer of the Year”, un eccezionale punto di riferimento della fotografia naturalistica indetto dal Natural History Museum di Londra.

di