A giugno torna a Firenze l'appuntamento con il Calcio Storico Fiorentino

Tra muscoli e tradizione, rivive in piazza Santa Croce l'antico calcio fiorentino, un'immersione sanguigna nel Rinascimento

Calcio Storico Fiorentino Giuseppe Sabella

Calcio, lotta libera, rugby e pugilato. Il calcio storico fiorentino, o calcio in livrea, è un compendio di sport differenti che affonda radici lontano nel tempo e che mostra il lato più rude e puro di un evento sentitissimo tra i fiorentini. Non un semplice sport ma un appuntamento con la storia e la tradizione.

Muscoli e Rinascimento, dirompenza del contatto fisico e amore per le tradizioni.  Nel mese di giugno il centro storico della capitale dell’arte e della cultura italiana vede sfilare nel cuore cittadino personaggi dall’aspetto imponente, muscolosi e concentrati, vestiti con fogge colorate in vestiti d’epoca. Sono i “calcianti” che si preparano alla sfida in piazza santa Croce. Quattro sono le squadre che difendono i colori di altrettante contrade.

L’appuntamento con la rievocazione storica è fissata per il 9 giugno, giorno in cui uno dei luoghi più importanti di Firenze vedrà, durante le semifinali, gli azzurri di Santa Croce sfidare i rossi di Santa Maria Novella. L’altra semifinale verrà disputata il 10 giugno e vedrà contrapporsi gli azzurri di Santo Spirito contro i verdi di San Giovanni.

Ma è il giorno di San Giovanni a rappresentare il clou dell’evento, giorno attesissimo per residenti e turisti. Figuranti, calcianti e turisti raggiungono una piazza Santa Croce che assume per l’occasione l’aspetto delle piazze del XVI secolo, con uno strato di fitta sabbia a coprire il pavimento.

In 50 minuti, pieni di adrenalinico trasporto, una delle piazze più belle di Firenze, nella capitale culturale italiana, torna indietro nel tempo, in pieno Rinascimento. 27 giocatori per ogni squadra si affrontano con veemenza, in feroci placcaggi che si tramutano in scariche di pugni, prese aggressive e scontri furenti, tutto per conquistare la palla e ottenere quante più “cacce” possibili, ovvero riuscire a portare la palla nella rete della squadra avversaria.

Gioco virile, genuino, sanguigno, quasi più simile a un mix di wrestling e lotta libera che al calcio o al rugby, il calcio storico fiorentino è un imprescindibile baluardo della tradizione italiana che cattura ogni anno, in misura crescente, l’attenzione di un numero sempre più grande di fan e supporter, persone affamate di genuina tradizione che riempiono gli spalti dove non si ammira lo svolgimento di un semplice gioco, ma il dispiegamento della Storia e la riconferma della pregnanza di alcune meravigliose tradizioni italiane.

Le immagini sono di Giuseppe Sabella.

Pubblica un commento