L'incantevole Giardino di Ninfa sta per riaprire i battenti

Il Giardino di Ninfa, in provincia di Latina nel Lazio sta per riaprire i battenti: ecco quando è possibile visitarlo nel 2019

L'incantevole Giardino di Ninfa sta per riaprire i battenti

Presto si potrà tornare a visitare il Giardino di Ninfa, definito dal ‘New York Times’ il più romantico al mondo.

Si tratta di un tipico giardino all’inglese, iniziato da Gelasio Caetani nel 1921, nell’area dell’ormai scomparsa cittadina medioevale di Ninfa (di cui oggi restano solo alcuni ruderi). Si trova nel territorio del comune di Cisterna di Latina, al confine con Norma e Sermoneta, nel Lazio.

Grande 8 ettari, il Giardino di Ninfa ospita diverse varietà di alberi e piante (sono oltre 1300 le piante introdotte nel giardino), tra cui ciliegi e meli ornamentali, magnolie decidue, betulle, iris palustri e aceri giapponesi. Gli uccelli censiti sono 100. Nel 2000, la Regione Lazio ha dichiarato il Giardino di Ninfa “Monumento Naturale”, al fine di tutelare il giardino storico di fama internazionale.

Quest’anno, il primo appuntamento per visitare il giardino botanico è fissato per sabato 6 aprile. Per garantire la sua conservazione, il Giardino di Ninfa è aperto solo nei weekend e nei giorni festivi, ma soltanto in alcune date. Nello specifico, nel 2019, sarà possibile visitarlo il 6, il 7, 14, il 20, il 21, il 22, il 25 e il 28 aprile, il 1°, il 4, il 5, il 12, il 19 e il 26 maggio, il 1°, il 2 e il 16 giugno, il 6, il 7 e il 21 luglio, il 3, il 4 e il 15 agosto, il 7 e l’8 settembre, il 5 e il 6 ottobre e il 3 novembre. A aprile e maggio, inoltre, è aperto alle scuole con visite guidate.

L’ingresso al Giardino di Ninfa è suddiviso in fasce orarie e è regolato esclusivamente da visite guidate. Ogni visita dura circa un’ora e ogni fascia oraria prevede l’ingresso di circa 300 partecipanti (divisi in gruppi e condotti da una guida).

Per preservare la bellezza e la pulizia del giardino botanico, al suo interno è severamente vietato danneggiare la flora e la fauna, introdurre cibi o allontanarsi dal gruppo durante la visita. I cani sono ammessi, ma solo se assicurati al guinzaglio corto (dalla lunghezza massima di un metro e mezzo) e con appositi sacchetti.

Il costo del biglietto d’ingresso al Giardino di Ninfa è di 15 euro. I bambini di età inferiore ai 12 anni, accompagnati da genitore, possono entrare gratuitamente. La possibilità di visitare il giardino botanico è garantita anche in caso di pioggia.

Pubblica un commento